TURNED HOUSE

    Concept del progetto

    Prodotti: #Isos #Duoxima
    Progetto: MZC+ Arch. Giuseppe Cangialosi, Mario Marchetti, Fabio Zampiero
    Materiale: Legno/Alluminio, Vetro

    Un lotto nella periferia residenziale di Treviso, caratterizzato dalla presenza di abitazioni confinanti e da una costruzione preesistente con tetto a due falde e pianta rettangolare.
    La porzione sud del lotto si presentava come unico spazio su cui innestare le volumetrie che oggi ampliano e rileggono l’edificio esistente, donando alla nuova residenza una pianta a T dai volumi lievemente ruotati. Anche grazie a un’intensa fase progettuale affrontata con schizzi e modelli, la scelta finale è stata quella di caratterizzare le nuove volumetrie attraverso forme archetipe e una particolare cura prestata al collegamento verticale.
    L’interno dell’edificio appare infatti innervato dalla presenza di un’elegante e leggera scala bianca che assorbe lo slittamento dei piani e nell’attraversamento rende percepibile la lieve rotazione che sfalsa le planimetrie dei piani terreno e superiore. Il riferimento progettuale è la logica loosiana del raumplan, ravvisabile non solo nel lieve disassamento dei volumi, ma anche nella loro efficace pulizia formale e nell’andamento centrifugo degli spazi, allo scopo di garantire quella funzionalità che, tradotta in comfort e qualità della vita, costituisce il punto di forza della ricerca dello studio, fortemente orientata al progetto residenziale di fascia alta, contraddistinto da ampie e confortevoli superfici vetrate.